Vademecum dell'escursionista: zaini 1 - A. S.D. Recolapesce - Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:


Vademecum dell'escursionista:
un sintetico manuale trekking per il neofita


3 -  Zaini 1

Premessa

Il mercato offre una grande varietà di modelli, adeguati ad esigenze diverse e specifiche. Si può scegliere fra modelli adatti a trekking, alpinismo, torrentismo, MTB etc.
La disponibilità di tante tipologie e misure costituisce certamente un vantaggio per chi ha le idee chiare su ciò di cui ha bisogno, ma può disorientare i meno esperti.
Nel seguito della trattazione si farà riferimento alle caratteristiche dello zaino da montagna, fornendo una serie di indicazioni su come sceglierlo ed utilizzarlo al meglio, premesso che il modello "universale", buono per qualsiasi occasione, non esiste.

Orientarsi nella scelta

Scelta della capacità:

Il primo problema che ci si pone al momento dell’acquisto dello zaino è la scelta della capacità: questa tabella definisce dei parametri medi di riferimento.

Uomo:

  •   Trekking con elevata autonomia : 80-110 lt.
  •   Trekking due/tre giorni in autosufficienza (tenda, viveri e fornelli): 70-90 lt.
  •   Trekking due/tre giorni con soste in rifugio (senza tenda, viveri e fornelli): 60-70 lt.
  •   Escursioni: 30-40 lt.

Donna:

  •   Trekking con elevata autonomia: 65-80 lt.
  •   Trekking due/tre giorni in autosufficienza (tenda, viveri e fornelli):: 55-65 lt.
  •   Trekking due/tre giorni con soste in rifugio (senza tenda, viveri e fornelli): 55-60 lt.
  •   Escursioni: 25-35 lt.

La quantità di materiali trasportabili può essere aumentata utilizzando contenitori da agganciare allo zaino: questo espediente è sconsigliato, poiché le tasche esterne si impigliano facilmente nei rami e possono sbilanciarlo.

Caratteristiche funzionali e costruttive:

Lo zaino deve essere suddiviso in due zone distinte di cui una direttamente accessibile dall'esterno mediante una cerniera lampo posteriore, per raggiungere facilmente il carico sistemato sul fondo.
Preferite i modelli che offrono anche la possibilità di unificare internamente gli scomparti.
Utili le tasche laterali (devono essere in grado di contenere agevolmente una bottiglia da 2 lt. ) ed il tascone superiore in cui riporre gli oggetti di uso frequente (occhiali da sole, bussola, etc.).
Verificate che sia predisposto per il trasporto specifico degli oggetti che usate (ad esempio: se fate uso di ramponi lo zaino dovrà avere uno scomparto apposito rinforzato in PVC per evitare di essere danneggiato dalle punte).

Molto importanti sono le cinghie di compressione, che hanno la funzione di compattare il carico migliorando sensibilmente la stabilità dello zaino e possono essere sia verticali che orizzontali: preferite nella scelta gli zaini che possono essere compattati sia in senso orizzontale che verticale.

Fondamentali per il buon uso e la durata dello zaino sono le cerniere: verificate che siano ben dimensionate e scorrevoli, facilmente utilizzabili anche con i guanti ed opportunamente protette dagli agenti atmosferici.

prec. <<           >> succ.


Torna ai contenuti | Torna al menu